Google+ Badge

mercoledì 3 agosto 2016

LEI



Di tutta

quella moltitudine di giorni

di tutti quei dolori

di tutti quei perché

di tutti quei sorrisi

incartapecoriti

e gli abbracci stranieri

le eran rimaste dentro

poche note

quelle lontane

del Danubio blu

che la facevan lieve

e lei girava, girava, girava

e rideva, rideva, rideva...

- Giovanna Giordani - 


mercoledì 27 luglio 2016

LA PIEVE DEL MIO PAESE




E’ grande la pieve del mio paese
sembra una madre con le braccia tese
verso i suoi figli in cerca di riparo
come nel mare rassicura il faro

Brillano gli ori alle candele accese
chi la volle non badò certo a spese
per ornarla, un principe non avaro
assunse artisti dall’ingegno raro

La contemplo e ripenso al mio passato
le solenni  funzioni  e l’innocente
rapimento dell’animo incantato

dalla sacra bellezza  onnipresente
che un po’ stregava il cuore lieto e grato
al pensiero di un Dio benedicente.


- Giovanna Giordani - 



domenica 24 luglio 2016

CAMBIARE IL MONDO (Vivian Lamarque)







Invece sì, invece forse sì,
le poesie lo cambieranno un poco
il mondo.
Però tra tanto
tanto di quel tempo
sì me lo sento
che dalle poesie verrà un poco
di cambiamento
ma come un nevicare lento lento lento.


      - Vivian Lamarque - 

martedì 19 luglio 2016

LIBERTA'




In giubilo
di catene spezzate
io seduco 
gli umani

e un'antica amicizia
mi lega
al loro destino

- Giovanna Giordani

sabato 16 luglio 2016

IL MALE

Il male continua a imperversare sul mondo seminando morte e indicibile dolore
Se un dio esiste ed assiste non ci resta che pregare:
...Liberaci dal male...




              Il male
              nasce forse 
              dal fulcro della terra
              nella rabbia del fuoco 
              prigioniero
              oppure
             dal gelo dei ghiacciai
             o dentro ai temporali
             Il male 
             nasce forse 
             nella smania del vento
             di scuotere ogni cosa
             Forse 
             ha nascosto un gene
             negli aridi deserti  
             o in fondo ai mari.
            Non nasce certo 
            in chiarità di cieli 
            o dentro ai fiori
            nei voli d'aquiloni
            o nei colori degli arcobaleni.
            Perché 
            più d'un umano
            s'imbatte nel suo ghigno 
            e cade vittima
           del suo invisibile pugnale?
           Chissà da dove nasce 
           il male.


         -  Giovanna Giordani - 

mercoledì 13 luglio 2016

AD ALCUNI PIACE LA POESIA (W. Szymborska)




Ad alcuni -
cioè non a tutti.
E neppure alla maggioranza, ma alla minoranza.
Senza contare le scuole, dov'è un obbligo,
e i poeti stessi,
ce ne saranno forse due su mille.

Piace -
ma piace anche la pasta in brodo
piacciono i complimenti e il colore azzurro,
piace una vecchia sciarpa,
piace averla vinta,
piace accarezzare un cane.

La poesia -
ma cos'è mai la poesia?
Più d'una risposta incerta
è stata già data in proposito.
Ma io non lo so, non lo so e mi aggrappo a questo
come all'àncora d'un corrimano.

- Wislawa Szymborska -