sabato 28 febbraio 2015

NOSTALGIE




Si accendono
la sera
le nostalgie
come tremuli lumi
che il cuore 
non si stanca
di vegliare.
Sarà 
il lieve respiro
dell'aurora
a spegnerli
ad uno ad uno
lasciando nell'aria
esili fili
di fumo

- Giovanna Giordani -

venerdì 27 febbraio 2015

IL VOLTO DEL SILENZIO



Il volto del silenzio
ha labbra chiuse
ed occhi grandi
pesanti di pensieri

Il volto del silenzio
è un cielo terso
un mare calmo
un lago, un monte
il volo solitario
di un'aquila reale

Il volto del silenzio
è senza tempo
e mai saprà spiegare
tutta la luce
che gli brucia dentro.


- Giovanna Giordani - 

martedì 24 febbraio 2015

LE PAROLE DEI POETI





Le parole dei poeti
si muovono leggere
fra stupori  e fiati
frugando negli abissi
della mente

Le parole dei poeti
vestono  tristezze
coi raggi della luna
e per le  gioie
rare
hanno in serbo collane
di zaffìri

Le parole dei poeti
si accendono 
pian piano
nel buio fitto fitto 
della vita
sognando
di lasciare 
granelli di sole
dentro ai cuori.

- Giovanna Giordani - 

sabato 21 febbraio 2015

QUASI TUTTO PASSA (Graziella Cappelli)

Poesia che non può che trovarmi in perfetta sintonia:



Inesorabilmente
giorni ed anni
nel mutare
delle stagioni.
Cambiano le mode
i governi.
Solo la stupidità
dell'uomo
è statica.
Da sempre
sfoggia
una corona
di pietra
istoriata
di guerre.

- Graziella Cappelli -

ANCHE I GATTI SI AMMALANO (Graziella Cappelli)






E' bello condividere l'amore per i nostri animali, amici affettuosi e innocenti, con queste dolcissime e struggenti poesie della poetessa Graziella Cappelli:


Il tuo manto
fumè
non ha più
l'argento
alla radice.
Cadi
e non hai
mazze
né pannolini
al bisogno.
Eppure
mi riconosci
e attendi
carezze.
Vorrei
portarti
nel Paradiso
dei gatti
ed ascoltare
concerti di fusa.

                                 MI MANCHI...

                                  Mite Morgana
                                  mantello
                                  morbido
                                  magico
                                  musicale
                                  miagolio.

                                  Micia mia
                                  migrata
                                  mistica
                                  memoria
                                  melanconica
                                  m'avvolge.

                                                            - Graziella Cappelli - 

martedì 17 febbraio 2015

FILASTROCCA PER LA MIA GATTA (17 febbraio: giornata del gatto)




La mia gatta ha gli occhi splendenti
che dell’oro han riflessi lucenti
il suo sguardo è un mistero profondo
che nasconde un magico mondo

Quando poi lei mi vuole parlare
mi sciorina il suo bel miagolare
che ho imparato a capire pian piano
traducendolo un po’ in italiano

Quando ha fame il suo miao è implorante
oramai  lo  comprendo  all’istante
e mi appresto a riempire il suo  piatto
della pappa speciale per gatto

Mi ringrazia facendo le fusa
e di coccole sempre ne abusa
poi si adagia  satolla e contenta
sul cuscino dove lì  si addormenta

Lei m’ispira una gran tenerezza
e mi ruba più d’una carezza
che ricambia, lo so, per davvero
con l’affetto più puro e sincero.

- Giovanna Giordani - 




Per te l’avevo scritta tempo fa / oggi non ci sei più / Milù

Ascolta da lassù /  la nostra musica / mia dolce innocente Milù




sabato 14 febbraio 2015

L'AMORE? (Rinaldo Sandri)




L'amore? Sia semplice. Facile.
Senza scopi.
Un gesto d'assenso.
La vita come festa,
e poi un gioco.

                 Ripullula di Dio

                 e gli somiglia.

L'amore? Se è vuoto, senz'appoggi

conduce molto lontano.
Regala il mondo,
perchè il mondo non esiste.
Brucia, tuttavia,
ma neanche il fuoco esiste.

                   Come la non-vita.

                   Come la non-morte.  

Rinaldo Sandri -

venerdì 13 febbraio 2015

LO SCRIGNO DI LEGNO





E rivado
all'indietro
nel tempo
a cercare
frammenti
di vita vissuta
e ritrovo
in uno scrigno di legno
i fogli ingialliti
di antiche poesie
che
stupita
distendo
sui fili argentati
di questi miei giorni
risorti.

- Giovanna Giordani - 

giovedì 5 febbraio 2015

QUESTO INVERNO




Questo inverno
dal cuore folle di gelo
e dal fuoco assassino
finirà un giorno?
Potessero
queste lacrime bianche
versate dal cielo
soffocare per sempre
l’umano  seme
del  male.

- Giovanna Giordani -








AL DOLORE



Nei tuoi artigli
impietosi
nessuno scampo
per le carni e le menti
e quando allenti
la presa
è un inciampo
lo scempio
al tuo passo pesante
che lento trascini
nel buio
mentre accorrono
al grido
 dell’anima ansante
spargendo miscele
di unguenti
gli  dei
più clementi.

- Giovanna Giordani - 

lunedì 2 febbraio 2015

DESTINO




Finito l'incantesimo
spento lo scintillio
reclina il capo
il fiore
indifeso
in balia del suo mago
che ne imprigiona
il profumo
in un destino
mai chiesto



- Giovanna Giordani - 

Post in evidenza

QUANDO

https://secure.avaaz.org/it/petition/VORREI_CHE_IL_DIRITTO_INTERNAZIONALE_SI_ATTIVASSE_AFFINCHE_CESSI_OGNI_GUERRA_NEL_MONDO/?pv=6 Qua...